NS. CLINCIA E ANCORA APERTA, possiamo lavorare normalmente e senza restrizioni. Piu informazioni qui

loading image
iClinic clinica oculistica CERTIFICATO TÜV Menu  
News

Novita' clinica oculistica iClinic

Cosa fare se ci sono problemi con le lenti a contatto?

Cosa fare se ci sono problemi con le lenti a contatto?


Chi non vuole avere a che fare con lenti sporche o appannate, usa spesso le lenti a contatto come ausilio visivo. Indossare lenti a contatto ha i suoi vantaggi - ma allo stesso tempo lenti dure o morbide possono anche causare problemi. Cosa si può fare con i problemi delle lenti a contatto come occhi secchi e irritati o una lente a contatto scivolata e perché è indispensabile un'accurata pulizia delle lenti, leggi qui!

1.Il tipo di lente: problemi di lenti a contatto con lenti multifocali/dure/morbide.

Ogni occhio ha bisogno di lenti a contatto diverse, quindi non è possibile acquistare "prodotti preconfezionati". Una distinzione fondamentale è il tipo di lente: lenti dure o morbide? Inoltre, c'è la questione di quale danno visivo dovrebbe essere compensato: miopia, ipermetropia o presbiopia? Il diavolo si nasconde nei dettagli, quindi i problemi relativi alle lenti non sono rari.

Problemi con lenti a contatto multifocali

Detto in modo semplice, le lenti multifocali (lenti simultanee) sono l'equivalente delle lenti progressive, poiché sono spesso utilizzate nella presbiopia. Tali lenti a contatto hanno quindi zone diverse per le diverse aree di forza visiva, che sono disposte concentricamente attorno al centro della lente.
  • Il problema: è che le diverse zone creano una doppia immagine, ed è quello a cui il cervello ha bisogno di abituarsi. Le immagini simultanee di obiettivi multifocali sono quindi praticamente inevitabili nella fase iniziale. Inoltre, può succedere che dopo questo primo periodo, si abbiano problemi con le lenti a vedere nitidamente.
  • La soluzione: da un lato semplicemente avere pazienza, in modo che il cervello possa riconoscere la doppia impressione come un nuovo "stato normale". Dall'altro, può essere che la visione offuscata sia dovuta alla lente posizionata in modo errato. Di conseguenza, le zone sono leggermente spostate. Una visita dall'ottico o dall'oftalmologo chiarisce la questione.
Quindi, supponiamo che non siano lenti bifocali o multifocali, ma lenti normali per miopi o ipermetropi.

Problemi con lenti a contatto rigide

Le lenti rigide sono anche conosciute come dimensionalmente stabili e questa caratteristica è uno dei problemi più comuni: la sensazione.
  • Il problema: le lenti rigide come corpo estraneo immobile nell'occhio richiedono solitamente una fase in cui ci si deve prendere l'abitudine. Se le lenti sono poco adatte, può succedere che la sensazione irritante e fastidiosa non voglia scomparire.
  • La soluzione: nel primo periodo aiuta solo la pazienza. Se la spiacevole sensazione quando si indossa dura per un tempo insolitamente lungo, l'oftalmologo deve controllare la sede. Altrimenti, c'è il rischio che la scarsa aderenza della lente provochi lesioni alla cornea.
Tuttavia, va detto che le lenti a contatto dimensionalmente stabili hanno un grande vantaggio: sono più permeabili all'ossigeno rispetto alla versione morbida.


Problemi con lenti a contatto morbide

Le lenti morbide sono posizionate direttamente sulla cornea e le lenti in idrogel in particolare puro spesso impediscono un sufficiente apporto di ossigeno. Questo può avere conseguenze fastidiose.
  • Il problema: se non c'è abbastanza spazio tra la lente a contatto e il film lacrimale e, inoltre, poco ossigeno arriva all'occhio, si asciugherà ancora più velocemente. Questo porta a prurito, sensazione di bruciore. Inoltre, si presentano più rapidamente strappi nelle lenti a contatto morbide.
  • La soluzione: utilizzare lenti in silicone idrogel, queste sono più permeabili. Inoltre, assicurarsi che gli occhi non siano ulteriormente affaticati dall'aria asciutta, frequenti sfregamenti, ecc., e se i problemi persistono, contattare l'oftalmologo o l'ottico.

Per molti portatori di lenti a contatto, che sono appena passati a questo ausilio visivo, i problemi iniziano spesso prima: l'inserimento o la rimozione deve essere appresa!

2. L'applicazione: problemi durante l'inserimento/rimozione delle lenti a contatto.

La regola principale quando si maneggiano le lenti a contatto è: mantenere l'igiene! Assicurarsi di lavarsi le mani e asciugarle prima di inserire e rimuovere le lenti. Una precauzione pratica è anche quella di coprire lo scarico del lavandino con un setaccio, in modo che la lente non possa essere persa. E come si fa ora senza molta difficoltà a inserire le lenti negli occhi o nel contenitore delle lenti?

Suggerimenti per l'inserimento delle lenti a contatto

Il modo in cui viene inserita la lente dipende dal fatto che sia dura o morbida.
  • Inserire lenti morbide: sciacquare brevemente la lente per l'occhio sinistro e posizionarla sulla punta del dito dell'indice sinistro. Afferrare la testa con la mano destra in modo da poter tirare delicatamente verso l'alto la palpebra superiore sinistra. Abbassare il coperchio inferiore sinistra con il dito medio sinistro. Ora, dopo un po' di allenamento, guardare verso l'alto per mettere la lente in alto o diritta.
  • Inserire lenti dure: inumidire la ventosa con un po' di liquido per lenti a contatto e spremere leggermente la parte superiore in modo che ci sia una pressione negativa tra la lente e la superficie di aspirazione. Aprire l'occhio come descritto sopra e posizionare la lente il più vicino possibile al centro. Di nuovo delicatamente schiacciandola si apre la ventosa.

IIn entrambi i casi, è meglio sbattere alcune volte le palpebre immediatamente dopo l'inserimento. Quindi la lente a contatto può scivolare in posizione e viene inumidita allo stesso tempo. Durante l'inserimento, non premere troppo la lente sull'occhio per mantenere intatto il film lacrimale e l'occhio sotto la lente non si asciugherà immediatamente.

Rimuovere correttamente le lenti a contatto: è così che funziona

Inoltre, quando si rimuovono le lenti a contatto, i metodi variano a seconda del tipo di lente. La procedura non è molto diversa dall'inserimento.
  • Rimozione delle lenti morbide: separare leggermente le palpebre come descritto sopra, quindi premere delicatamente la lente a contatto in modo che il centro si separi dall'occhio. Se ci si sente a disagio con la presa della lente all'inizio, si può anche spostarla verso il bianco degli occhi. Attenzione: è molto più facile da rimuovere con le unghie corte. 
  • Per rimuovere le lenti dure: inumidire la ventosa e premere leggermente la punta insieme. Posizionare la ventosa il più vicino possibile al centro della lente e rilasciare lentamente l'estremità compressa in modo che la lente possa attaccarsi. In alternativa, è possibile tenere aperta la palpebra superiore e inferiore con una mano, posizionare l'altra mano sotto l'occhio e socchiudere gli occhi più volte con energia, causando la caduta della lente nella mano.

Lenti a contatto morbide o rigide: come nuovi arrivati alle lenti a contatto, non bisogna essere troppo duri con se stessi: la manipolazione di un oggetto estraneo nell'occhio richiede pratica.


Cosa fare se ci sono problemi con le lenti a contatto?

Problemi con le lenti a contatto durante l'uso

Nella vita di tutti i giorni: problemi con le lenti a contatto quando si portano soprattutto quando lo si fa molto spesso e per diverse ore continuativamente, può causare irritazione. È anche un'idea da incubo di molti portatori di lenti che le lenti a contatto siano "perse" - ma quanto è giustificata questa paura?

Sensazione di corpi estranei nell'occhio per le lenti a contatto - e ora?

Come già accennato, può accadere, specialmente con le lenti dure, che l'ausilio visivo inizialmente si percepisca come un corpo estraneo negli occhi. Circa 4-6 settimane per farci l'abitudine sono normali, dopo, in caso di dubbio, si dovrebbe far controllare di nuovo la sede da un professionista.

Se le lenti morbide graffiano, potrebbe esserci sopra un granello di polvere. Allo stesso modo, è possibile che la lente sia stato invertita per errore durante l'inserimento. Spesso basta togliere di nuovo le lenti a contatto, pulirle e reinserirle.

Se le lenti sono poco adatte, ad esempio, dopo un acquisto su internet senza un'indagine preliminare, è anche possibile un valore BC errato dietro la sensazione di corpo estraneo: una curva di base sbagliata rende spiacevole portarle, ma può essere determinata solo da un esperto.

Cosa fare se la lente a contatto è scivolata?

La cosa più importante innanzitutto: una lente a contatto non può mai scivolare da un punto di vista anatomico dietro il bulbo oculare. Non c'è da temere che la lente scompaia negli occhi. Nella maggior parte dei casi, piuttosto scivola e si blocca sotto la palpebra superiore.

Si tratta di mantenere la calma, anche se è più facile a dirsi che a farsi. Come ho detto: la lente può essere sicuramente rimossa di nuovo. Questo si esegue in diversi modi:
  • Variazione 1: mettere la testa all'indietro e guardare in basso. Sollevare la palpebra superiore e cercare di raggiungere la lente in questa posizione. 
  • Variazione 2: massaggiare molto delicatamente la parte più alta della palpebra superiore. Ciò può far scivolare la lente verso il basso e diventare di nuovo afferrabile.
  • Variazione 3: Se siete molto preoccupati e non sapete cosa fare, è meglio farla rimuovere da un oculista.

Non importa da che parte si provi a rimuovere la lente scivolata: evitare di sfregare gli occhi perché questo fa gonfiare leggermente il bulbo oculare e diventa molto più difficile estrarre la lente.

Occhi secchi e prurito a causa delle lenti a contatto

Gli occhi non vogliono smettere di prudere anche se le lenti non sono state usate troppo a lungo? Poi ci sono alcune possibili spiegazioni per questo.
  • Variante 1: si è formata una fessura nella lente a contatto morbida. rimuovere la lente il più presto possibile ed esaminarla.
  • Variante 2: ci sono depositi sulla lente o si ha un'intolleranza al materiale. Osservare se oltre al prurito è presente arrossamento e una sensazione di bruciore.
  • Variante 3: se si lavori molto al monitor, automaticamente si sbattono meno le palpebre. Di conseguenza, gli occhi si stancano di più e non sono abbastanza inumiditi, specialmente quando si portano le lenti a contatto (morbide) e l'apporto di ossigeno è impedito.

Occhi molto asciutti, tuttavia, possono anche essere un problema serio. Se la sensazione di secchezza persiste per lungo tempo e anche i colliri artificiali, l'aria della stanza migliorata ecc. non hanno alcun effetto, dovreste consultare un oftalmologo.

Cosa fare se ci sono problemi con le lenti a contatto?

Vedere doppio come problema con le lenti a contatto

La vista: visione offuscata o doppia come problema delle lenti a contatto Le lenti a contatto devono sempre essere adattate dall'esperto, senza eccezioni. In caso contrario, è probabile che si verifichino problemi relativi alla vista con le nuove lenti. La vista sfocata può anche derivare da scarsa igiene.
  • Variante 1: se le lenti sono scarsamente pulite o secche, c'è una visione sfocata perché la lente a contatto è annebbiata.
  • Variante 2: le lenti destinate all'astigmatismo hanno diverse zone di spessore. Se queste zone non sono al punto giusto, la visibilità è compromessa. Un'eccessiva rifrazione si presenta quando le lacrime si accumulano a causa della scarsa aderenza sotto la lente a contatto. Un'indicazione di ciò è quando la vista diventa migliore immediatamente dopo aver sbattuto le ciglia.
  • Variante 3: le lenti sono state accidentalmente inserite nell'occhio sbagliato. Anche lenti morbide alla rovescia portano a visione offuscata.

Soprattutto con la seconda variante aiuta una nuova passeggiata dall'ottico. Le lenti a contatto male adattate non fanno bene alla cornea e se l'occhio deve costantemente cercare di compensare la scarsa visione, è una tensione inutile.

Pulizia: problemi dovuti ai depositi sulla lente a contatto

Il fatto che le lenti a contatto siano come un corpo estraneo, che poggiano direttamente sull'occhio, devono essere accuratamente pulite e igienicamente conservate, è in realtà evidente. Tuttavia, la vita di tutti i giorni spesso sembra diversa.
  • Il problema: i prodotti cosmetici, la protezione solare o semplicemente i cambiamenti fisici (ad esempio nelle donne in menopausa), che causano un cambiamento nel film lacrimale, se non si pulisce, si depositano velocemente sulla lente. Non sono visibili, ma rappresentano un notevole rischio di infezione per la cornea.
  • La soluzione: risciacquare e pulire sempre le lenti a contatto dopo e prima di ogni utilizzo, e solo con mani pulite, asciutte e senza lasciare pelucchi. Sostituire il contenitore di conservazione ogni 8-12 settimane.
Meno tempo e sforzi si prevedono per le lenti giornaliere monouso che è possibile rimuovere dalla confezione sterile ogni giorno. Anche il nome non è casuale: più di quanto specificato non si dovrebbero indossare le lenti a contatto.

È possibile indossare le lenti a contatto più a lungo? 

La risposta breve: no. Quella più dettagliata: teoricamente, si può fare, ma con ogni giorno di prolungamento aumenta il rischio di infezione della cornea. Perché nella lente si possono creare micro-incrinature e la sporcizia raggiungere gli occhi. Chi indossa le lenti mensili dovrebbe quindi scrivere una nota sul calendario e utilizzare un nuovo pacchetto di lenti dopo 30 giorni.

Fa male dormire con le lenti a contatto? 

Addormentarsi per errore con le lenti a contatto è tutto tranne che ideale, ma neanche la fine del mondo - finché rimane un'eccezione. Successivamente, tuttavia, dovrebbe essere seguita da una pausa dell'utilizzo delle lenti (1-2 giorni) e le lenti dovrebbero essere pulite molto accuratamente.

Non dovrebbe diventare un'abitudine dormire con le lenti a contatto. Perché la cornea è ancora meno rifornita di ossigeno e può gonfiarsi. Tramite le microfessure i batteri possono infiltrarsi. Dopo un massimo di 10 ore, le lenti a contatto devono essere rimosse in ogni caso in modo che la cornea possa rigenerarsi.

Chi segue queste istruzioni per la cura e l'applicazione, non può sbagliare molto con le lenti a contatto. Non si può negare, tuttavia, che le lenti a contatto richiedono una certa dose di disciplina e comportano costi di follow-up costanti a causa di prodotti per la pulizia e contenitori. Una vera alternativa è la chirurgia laser dell'occhio: sebbene l'intervento sia più costosa a prima vista rispetto all'acquisto di una lente a contatto, è una soluzione permanente con risultati eccellenti. Così e così: con una consulenza professionale si trova per ogni danno visivo, un antidoto adatto!

 
Torna all'inizio
scrivici