NS. CLINCIA E ANCORA APERTA, possiamo lavorare normalmente e senza restrizioni. Piu informazioni qui

loading image
iClinic clinica oculistica CERTIFICATO TÜV Menu  
News

Novita' clinica oculistica iClinic

5 consigli per l'allenamento oculare per la presbiopia (in vecchiaia)

5 consigli per l'allenamento oculare per la presbiopia (in vecchiaia)

Guardare lontano non è un problema, ma tutto si sfoca nelle immediate vicinanze: chi conosce questo problema soffre di presbiopia. Ma dovrete necessariamente indossare occhiali o lenti a contatto per la presbiopia o forse effettivamente aiuteranno a vedere con chiarezza gli esercizi proposti dall'oftalmologo americano William Bates nel 1920? Ecco 5 semplici esercizi e tutto ciò che vale la pena conoscere sulla presbiopia!

Presbite o ipermetrope?

Fondamentalmente, si fa una distinzione fra ipermetropia e presbiopia. Nel primo caso, è ipermetropia, che può verificarsi come difetto visivo in tenera età. È il sintomo di un bulbo oculare troppo corto con troppo poco potere refrattivo della lente dell'occhio o una combinazione di entrambi. Come vista congenita, l'ipermetropia non è comune come la miopia, ma è ben nota a molti.

La presbiopia, d'altra parte, è in definitiva una conseguenza naturale dell'invecchiamento. La causa in questo caso è legata in particolare ai muscoli oculari, più precisamente al muscolo ciliare. Circonda la lente dell'occhio e, per contrazione, assicura che la lente cambi forma. Se questo può essere fatto senza limitazioni, anche la potenza di rifrazione verrà regolata secondo necessità e si sarebbe in grado di concentrarsi su di essa indipendentemente dalla distanza. Nella vecchiaia, tuttavia, i muscoli ciliari perdono la loro elasticità.

Un muscolo ciliare indebolito in combinazione con una lente oculare che si irrigidisce nel corso degli anni, significa essenzialmente che è sempre più difficile per l'occhio deformare la lente e quindi regolare la potenza di rifrazione su brevi distanze.

Questo processo può iniziare all'età di 35 anni. Non si ferma completamente, ma almeno lo rinvia, ritiene la teoria di William Bates. Ecco la soluzione, cioè il rilassamento dei muscoli oculari e l'allenamento mirato dei muscoli ciliari. Di seguito sono riportati alcuni esercizi.

Cosa si dovrebbe sapere sugli esercizi per la presbiopia

L'approccio di Bates mira a rafforzare i muscoli oculari e quindi ha un fondamento. Tuttavia, non si può negare il fatto che non vi siano prove scientifiche fondate per confermare l'efficacia dell'allenamento oculare per la presbiopia.

Una cosa è certa: non fa male fare esercizi con gli occhi più volte al giorno e nel giro di qualche settimana. Perché una buona circolazione sanguigna e una maggiore ossigenazione sono tutt'altro che dannose per la salute degli occhi.

Tuttavia, non si dovrebbero intendere gli esercizi come cura miracolosa o panacea, perché un difetto visivo non si può risolvere con l'allenamento. Sfortunatamente, né un occhio più forte né un difetto anatomico congenito nell'occhio possono essere annullati da muscoli rinforzati.

Piuttosto, i seguenti esercizi sono un mezzo per ritardare la presbiopia e in generale migliorare la salute degli occhi. Da questa prospettiva non c'è niente da dire contro gli esercizi per dare una chance alla e allo stesso tempo allenare gli occhi.

5 semplici esercizi per presbiopia

Gli esercizi oculari non devono necessariamente essere passivi: tutto il corpo può anche essere coinvolto, come mostra il primo esercizio. Naturalmente si possono anche usare questi suggerimenti se si hanno spesso gli occhi stanchi durante il giorno, perché non c'è bisogno di molto tempo o attrezzature speciali.

1. Sbadigliare e fare stretching

In questo esercizio si fornisce ossigeno a tutto il corpo e in particolare ai muscoli oculari. Inoltre, promuove la formazione del liquido lacrimale, in modo che gli occhi siano meglio inumiditi nuovamente.

Stare in piedi e guardare dritto davanti a sé. Sollevare il braccio destro e segui la punta delle dita con gli occhi. Espirare profondamente attraverso la bocca e sollevare leggermente il tallone sinistro in modo da avere un effetto di stretching su tutto il corpo.

Presto si sentirà probabilmente il bisogno di sbadigliare. Fare questo abbondantemente e tranquillamente storcere il viso quanto si vuole per rilassare i muscoli. Ripetere la stessa procedura sull'altro lato da quattro a cinque volte. Assicurarsi di inalare sempre profondamente ed espirare attraverso la bocca, anche sonoramente a volontà.

2. Mettere a fuoco

Scegliendo una messa a fuoco diversa, si allena la capacità della lente di regolare la potenza rifrattiva a diverse distanze. Estendere un braccio e puntare il pollice verso l'alto. Tenere lo sguardo su quel pollice e muovere lentamente il braccio verso il viso e lontano da esso.
In questo modo "zoomare" il pollice per diversi minuti avanti e indietro. Cercare di concentrare lo sguardo su questo singolo punto e riconoscere consapevolmente le diverse distanze.

3. Palmeggiare

Quando si palmeggia si possono rilassare un po' gli occhi stanchi e irritati. Basta strofinare i palmi insieme per scaldarli e posizionarli sopra gli occhi chiusi. Lo scopo principale è creare l'oscurità. Evitare di toccare le palpebre e tenere le mani sugli occhi per 5-10 minuti.

Se non si ha molto tempo, palmeggiare funzionerà anche se lo si fa solo per 30-60 secondi all'ora. Una pausa - non importa quanto breve - non fa mai male agli occhi, soprattutto se si passano lunghe giornate a lavorare sullo schermo del computer.

4. Accomodazione

Questo esercizio mira a rafforzare il muscolo ciliare in modo che la lente rimanga flessibile per un periodo di tempo più lungo e la potenza di rifrazione possa essere regolata di conseguenza. In sostanza, si tratta di allenare lo sguardo su diverse distanze.

Estendere un braccio dal corpo in modo che l'indice teso si trovi a circa 15-20 cm dal viso. Per prima cosa, concentrarsi su un punto in lontananza che si può vedere chiaramente, quindi riportarlo all'indice sollevato. Provare a fare questo cambio di distanza più e più volte per diversi minuti.

5. fare cerchi con gli occhi

Questo esercizio è anche usato per ossigenare gli occhi e rafforzare i muscoli oculari. Sedersi e chiudere gli occhi. Ora ruotare i bulbi oculari da destra a sinistra e viceversa per circa mezzo minuto. Aprire gli occhi e aspettare che si rilassino di nuovo.

Ora guardare alternativamente su e giù per altri 30 secondi e poi ripetere il movimento circolare con gli occhi chiusi, questa volta da sinistra a destra. Se lo si desidera, è possibile passare nuovamente dalla parte superiore a quella inferiore.

Conclusione: curare la presbiopia o prevenirla?

Esercizi come questi sono disponibili in molte altre versioni. Tutti possono fare miracoli se gli occhi si sentono irritati - ma in base alle scoperte scientifiche ad oggi conosciute, non se si vuole annullare una disabilità visiva. Come misura precauzionale però, almeno per ritardare la presbiopia, gli esercizi sono una buona idea.

Tuttavia, se si ha una presbiopia molto pronunciata, si dovrebbe optare per un ausilio visivo e seguire i consigli degli esperti. Inoltre, le opzioni di trattamento chirurgico potrebbero essere una soluzione permanente e migliorare significativamente la qualità della vita. La presbiopia è senza dubbio inquietante, ma non necessariamente un fattore da sopportare per sempre!


 
Torna all'inizio
scrivici