NS. CLINCIA E ANCORA APERTA, possiamo lavorare normalmente e senza restrizioni. Piu informazioni qui

loading image
iClinic clinica oculistica CERTIFICATO TÜV Menu  
News

Novita' clinica oculistica iClinic

Laser agli occhi e assistenza sanitaria: quando saranno coperti i costi?

La visione difettosa spesso limita la vita di tutti i giorni, indipendentemente dal fatto che si provi mal di testa durante un lungo lavoro davanti allo schermo del computer o che il segnale stradale in lontananza non sia riconosciuto correttamente. Chi è stanco di occhiali e lenti a contatto o non tollera bene entrambi, sempre più spesso decide di correggere gli occhi. Poiché tale intervento è associato a costi relativamente elevati, molti pazienti sperano in un rimborso da parte dell'assistenza sanitaria. Ma in quale caso verranno coperti i costi?

Laser agli occhi


Con che costi è connesso un intervento?


Il costo effettivo di una chirurgia refrattiva o di un altro intervento chirurgico sull'occhio dipende dall'indicazione medica e dal trattamento chirurgico. Saranno addebitati tra 500 e 2300 EUR per occhio, più un esame preliminare per determinare l'adeguatezza dell’intervento correttiva.

D'altra parte, il prezzo include una garanzia a vita di vista permanentemente migliorata, collirio per il follow-up medico e fino a quattro esami di follow-up. Sosteniamo la trasparenza dei costi in modo assoluto, in modo che sappiate fin dall'inizio che cosa state facendo - e possiamo discutere il preventivo con la vostra assistenza sanitaria.


Quali compagnie di assistenza sanitaria pagano i costi?


Chi si assume cosa - in un certo senso è una questione cruciale, quando si tratta della correzione di un errore di rifrazione. Sfortunatamente, tutto sommato, si deve rispettare la regola: le assicurazioni legali (GKK, SVA) normalmente non rimborsano i costi per i laser degli occhi. Di solito è per definizione delle assicurazioni non un intervento medico necessario, ma una sorta di chirurgia plastica.

"Medicalmente necessario" è la parola chiave che obbliga l’assistenza sanitaria a pagare (parte dei) costi. Le informazioni fornite dalle assicurazioni sanitarie al momento in cui questa condizione è soddisfatta sono molto diverse. Anche con gli occhiali e le lenti a contatto, i pazienti ricevono spesso un'alta deducibilità.

Per la correzione laser, un precedente nella sentenza del tribunale prevede una relazione medica e accordi individuali. Se si hanno più di 6 diottrie, si dovrebbe sicuramente chiarire se l'assistenza sanitaria, almeno in parte, coprirà i costi.  


L'assicurazione complementare vale la pena?


La situazione è diversa per l'assicurazione privata o l'assicurazione complementare, la cosiddetta assicurazione per gli occhiali. Gli interventi necessari dal punto di vista medico sono presi in carico senza se e senza ma.

Se e in quale misura i costi saranno coperti, se è la correzione dell'ametropia, in modo che in futuro si possa fare a meno degli occhiali, è comunque previsto negli accordi contrattuali. Molte tariffe ambulatoriali offrono certamente vantaggi aggiuntivi. Come sempre, leggere attentamente le condizioni in piccolo per evitare spiacevoli sorprese.

Un ulteriore vantaggio dell'assicurazione privata è che molti assicuratori si dimostrano accomodanti per accordo personale, soprattutto se si è clienti a lungo termine e sono spesso disposti a pagare parte dei costi anche senza un accordo supplementare. L'assicurazione giusta con le clausole contrattuali appropriate può quindi essere abbastanza utile.


Quali operazioni paga l'assistenza sanitaria?


Come già spiegato, i costi vengono presi in carico solo se si tratta di un servizio medico assolutamente necessario. Dal momento che l'ametropia - almeno quando non si tratta di una forte ipermetropia o miopia - non è riconosciuta come una malattia, la correzione con il laser non è assolutamente necessaria. Questo è il ragionamento delle assistenze sanitarie. Pertanto, gli interventi sono nella stessa categoria della chirurgia estetica.

Se un trattamento è effettivamente considerato essenziale, l'assistenza sanitaria spesso fornisce il trattamento più conveniente che è considerato utile. Pertanto, è possibile che il fondo coprirà i costi di una procedura LASEK, ma non per un altro tipo di correzione.

A proposito, stiamo parlando a questo punto esclusivamente della correzione di una visione difettosa. Una malattia dell'occhio come una cataratta viene valutata da altri standard. Indipendentemente dal fatto che l'assistenza sanitaria si occupi solo di un'operazione con un bisturi o di trattamento laser, e da quale perdita di vista i costi siano sostenuti, lo saprete dalla vostra assistenza sanitaria.


Quando è necessario un intervento medico?


Consideriamo quando la chirurgia può essere necessaria dal punto di vista medico. La base per il rimborso delle spese è un referto medico, che può essere rilasciato durante una visita preliminare da parte dei nostri oftalmologi.

I motivi per un intervento possono essere:
  • Grande compromissione dovuta a grave ametropia
L'ipermetropia o miopia grave è normalmente considerata se di gran lunga oltre 5 diottrie. Le assistenze sanitarie, tuttavia, vedono motivo di una correzione solo a partire da 6 o anche solo da 10 diottrie. Spesso, questo si applica solo in combinazione con altri criteri.
  • Incompatibilità combinata di occhiali e lenti a contatto
Certamente, chiunque non tolleri occhiali o lenti a contatto non può andare completamente alla cieca per la vita. Se gli occhi sono durevolmente irritati o gonfi, se si lamentano occhi secchi, prurito o lacrimazione e l'uso delle lenti a contatto è un tormento o se semplicemente non ci si fa con gli occhiali, anche se lo avete sopportato per settimane stato costantemente, per settimane, questi sono i criteri soddisfatti.
  • Grandi differenze tra entrambi gli occhi
Se si vede molto peggio da un occhio piuttosto che dall'altro, ciò pone grandi sfide nella vita di tutti i giorni. Gli occhiali non possono sempre correggere completamente questo tipo di ametropia. Con il laser agli occhi, tuttavia, lo squilibrio può essere risolto.

I fondi regionali di assistenza sanitaria degli Stati federali danno spesso informazioni diverse su quale caso si può ipotizzare una presa in carico dei costi:
  • Nell'Alta Austria, l'assistenza sanitaria lo prende in carico, se l'età di 23 anni è compiuta, si è in presenza di intolleranza alle lenti a contatto, i pazienti hanno più di 6 diottrie o astigmatismo con più di 3 diottrie.
  • A Vienna ci deve essere un'ametropia di 10 diottrie o una differenza fra gli occhi di 3 diottrie. Deve essere dimostrato che le lenti a contatto non sono tollerate.
Laser agli occhi

Come faccio a sapere se l'assistenza sanitaria coprirà i costi?

Se l'assistenza sanitaria pagherà una parte dei costi, si può sapere solo chiedendo. E questa richiesta ha esito solo se si è in possesso dei documenti necessari. Durante una consulenza e un esame preliminare, scoprirete se siete candidati idonei per un trattamento refrattivo e riceverete anche un certificato medico se c'è un'indicazione medica specifica.

Con la stima dei costi associata e un certificato oftalmologico, ci si può rivolge all'assistenza sanitaria. Inoltre, raccogliete prova di quanto effettivamente sono state le spese nel corso degli anni per ausili visivi (lenti a contatto, occhiali) per dimostrarlo. Inviate tutti i documenti all‘assistenza sanitaria e chiedete informazioni se e, in tal caso, in che misura i costi possono essere rimborsati. Concedetevi un tempo sufficiente prima dell'appuntamento nella clinica oculistica, dato che i tempi della burocrazia sono spesso lunghi.

Qual è il sussidio?

Sfortunatamente, non possiamo dare cifre esatte a questo punto. Di norma, le assistenze sanitarie obbligatorie non pagano la correzione dell'ametropia. Anche se l‘intervento si rivela necessario dal punto di vista medico, l‘assistenza sanitaria imporrà alcune condizioni che devono essere soddisfatte per poter essere rimborsate integralmente.

Ciò include, ad esempio, la permanenza in un ospedale pubblico. Chiunque si faccia trattare invece da un medico di fiducia, l'assistenza sanitaria copre al massimo l'80% delle spese.

La situazione è diversa per l'assicurazione privata e l'assicurazione complementare. Spesso assumono una quota fissa dei costi o una quantità predeterminata. Anche se non è stato concordato nulla nel contratto, spesso vale la pena chiedere.


Conclusione: le domande non costano nulla


E questo ci porta alla nostra conclusione quando si tratta della questione se le assistenze sanitarie assumano le spese per il laser dell'occhio. Una risposta forfettaria non esiste. Le assistenze sanitarie spesso evitano di assumersi le spese. Le compagnie di assicurazione private spesso rimborsano almeno parte dei costi.

Il nostro consiglio: non lasciare nulla di intentato e raccogliere certificati e prove per mostrare perché l‘intervento potrebbe essere necessario dal punto di vista medico. Dopotutto, chiedere non costa nulla. Se la risposta dell'assistenza sanitaria è un no categorico, si ha comunque il conforto di poter dedurre il trattamento dalle tasse.
 
Torna all'inizio
scrivici