NS. CLINCIA E ANCORA APERTA, possiamo lavorare normalmente e senza restrizioni. Piu informazioni qui

loading image
iClinic clinica oculistica CERTIFICATO TÜV Menu  
News

Novita' clinica oculistica iClinic

7 consigli pratici per gli occhi asciutti

7 consigli pratici per gli occhi asciutti


Gli occhi che bruciano e prudono sono spesso associati al lavoro d'ufficio e, di fatto, lavorare sullo schermo può avere conseguenze spiacevoli. Dietro la cosiddetta sindrome sicca c'è molto più che aria secca e altri fattori esterni. Qui potrete leggere quali rimedi casalinghi si possono usare per prevenire gli occhi secchi e perché dovreste viziare la cornea e la congiuntiva con piccoli lussi di un film lacrimale intatto.
 

Sindrome sicca: perché gli occhi si seccano?

 

Che di tanto in tanto gli occhi si irritino, difficilmente può essere evitato sempre. Tuttavia, diventa problematico quando gli occhi sono permanentemente troppo secchi e costantemente arrossati, danno prurito o si sentono come se fossero pieni di sabbia. Questa condizione è anche chiamata sindrome sicca.
 
I sintomi di solito derivano dal fatto che il film lacrimale naturale risulta sbilanciato. Consiste in uno strato di muco, uno strato lacrimale acquoso e uno strato di grasso. Se lo strato lipidico è troppo sottile, si rompe e il prezioso fluido evapora troppo rapidamente. Soprattutto con i portatori di lenti a contatto, questo fenomeno è diffuso, poiché il corpo estraneo nell'occhio rende difficile la distribuzione uniforme del liquido lacrimale.
 
Una mancanza di liquido lacrimale può essere causata da fattori esterni come aria secca, lo sbattere le palpebre troppo raramente. Ma allo stesso modo le malattie, i farmaci, le fluttuazioni ormonali o semplicemente l'età contribuiscono al fatto che l'occhio stesso non produce abbastanza liquido.
 
A lungo andare, la mancanza di umidità nella cornea e nella congiuntiva non fornisce più abbastanza nutrienti. Questo a sua volta aumenta la suscettibilità all'infiammazione e può causare irritazione cronica. In altre parole: gli occhi secchi costantemente non dovrebbero essere presi alla leggera. Con i seguenti 7 consigli, si possono intraprendere azioni preventive e migliorare l'idratazione degli occhi.
 

Cosa aiuta veramente? 7 rimedi casalinghi e trucchi contro gli occhi secchi


La salute degli occhi dipende da molti fattori, incluso lo stile di vita. Pertanto, è consigliabile combattere non solo con agenti esterni come colliri ecc., ma anche con approcci sostenibili come l'alimentazione ed esercizi contro la secchezza degli occhi.
 

1. Inumidire con colliri e acqua


Il classico ausilio per gli occhi ben idratati è il collirio. Questi dovrebbero, per quanto possibile, essere basati sul fluido lacrimale naturale, anche le varianti con acido ialuronico sono una buona alternativa. I colliri usa un agente addensante per mantenere più a lungo il film lacrimale naturale sulla cornea.
 
Tuttavia, assicurarsi che il collirio non contenga conservanti e smaltire le confezioni monouso aperte, dopo un massimo di 12 ore. Per creare una buona base in termini di idratazione, bere almeno 2 litri di acqua al giorno.
 

2. Rinfrescarsi con il cibo


Ciò di cui hanno bisogno gli occhi secchi è il rilassamento e soprattutto di essere inumidiscono con liquidi. Ciò possono farlo rapidamente alcuni cibi comuni: ottime creme idratanti sono fette di cetriolo fresco dal frigorifero, ma anche fette di patate fanno la stessa cosa. Mettere le fette di verdura sugli occhi chiusi per 10-15 minuti e cercare di rilassarsi.
 
Allo stesso modo sono utili la camomilla e il tè nero. Meglio acquistati in farmacia, poiché la concentrazione è più alta e l'effetto sugli occhi è più forte. Per il tè nero, versare due bustine di tè in acqua bollente e lasciare in ammollo per almeno un minuto. Quindi portare i sacchetti fuori dalla tazza e lasciali raffreddare finché non sono piacevoli sugli occhi chiusi.
 
Lasciare le bustine di tè nero per 10-15 minuti. L'acido tannico, che viene rilasciato durante la cottura, è un decongestionante e calma gli occhi. Anche la camomilla ha questo effetto calmante. È meglio abituarsi a indossare questa maschera per gli occhi ogni giorno dopo il lavoro, per dare agli occhi più relax possibile. Ma se non volete stare ad occhi chiusi, potete applicare con cura un po' di olio di cocco nutriente intorno alla zona delle palpebre.
 

3. Stimolare la circolazione sanguigna


Per un corpo sano, la cosa più importante è una buona circolazione del sangue, e quindi anche la formazione del liquido lacrimale ne è fortemente influenzata. Esistono molti modi per stimolare la circolazione sanguigna: ad esempio, è possibile massaggiare con l'indice e il medio dal bordo interno delle sopracciglia delicatamente verso l'esterno e nella direzione opposta. Un massaggio plantare a sua volta attiva l'energia in tutto il corpo e quindi fa bene anche agli occhi.
 
Un metodo efficace e sano è quello di muoversi molto all'aria aperta. La circolazione sanguigna viene stimolata, le ghiandole lacrimali vengono stimolate e il liquido lacrimale si forma sempre più. Questo approccio è più sostenibile a lungo termine che non con le lacrime artificiali.
 
Se le cose vanno fatte velocemente, si può anche stimolare la circolazione del sangue con bagni alternati: mettere degli asciugamani caldi o dei tamponi di cotone idrofilo sugli occhi e poi spruzzare acqua fredda sulle palpebre chiuse. Si può ripetere questo cambio di temperatura tutte le volte che si vuole, ma l'acqua fredda dovrebbe essere sempre il tocco finale.
 

4. Ottimizzare l'umidità


L'aria secca o cattiva potrebbe non essere l'unica ragione per cui gli occhi si sentono asciutti. Tuttavia, questo aspetto non è meno rilevante. Pertanto, cercate di mantenere l'umidità a un livello confortevole. Soprattutto se è necessario più riscaldamento, un panno umido deve essere appeso al radiatore o lasciare una ciotola di acqua su di esso, altrimenti l'aria del riscaldamento a secco può causare un significativo deterioramento degli occhi.
 
In alternativa, si possono impostare umidificatori automatici, ma questi sono un vero paradiso per i batteri. Più economica e più igienica è la ciotola dell'acqua, se si cambia l'acqua ogni giorno.
 
Inoltre, fate sempre entrare aria fresca nella stanza indipendentemente dalla stagione. È necessario areare regolarmente, ma comunque è meglio evitare le correnti d'aria e di rendere le stanze e fumose e fortemente climatizzate.
 

5. Alternare gli ausili visivi


Le lenti a contatto sono senza dubbio un'invenzione molto pratica - ma chi porta regolarmente questi ausili visivi, sa anche che gli occhi alcuni giorni sono più sensibili. Questo di per sé è una reazione naturale, dopo tutto, la lente è un corpo estraneo che giace direttamente sull'occhio.
 
Per garantire una migliore erogazione del liquido lacrimale e un rilassamento occasionale per gli occhi, sarebbe bene sostituire le lenti con gli occhiali almeno alcuni giorni (lavorativi) la settimana. Idealmente, cambiare ogni giorno, ma se non si vuole o non si può fare a meno delle lenti a contatto al lavoro, si dovrebbero almeno togliere le lenti il prima possibile dopo il lavoro.
 

6. Fare delle pause per gli occhi


Gli occhi sono in ogni secondo di veglia in uso e meritano di conseguenza pause regolari. Cercare di chiudere gli occhi per almeno 5 minuti ogni ora. Se questo non può essere conciliabile con il lavoro, si dovrebbe continuare a sbattere le palpebre per 2-3 minuti. Ciò favorisce la produzione di liquido lacrimale, e specialmente quando si lavora sullo schermo, lo sbattere regolare delle palpebre è spesso troppo breve.
 
Rilassante per gli occhi, è anche quando si guarda sempre di nuovo un punto lontano. Idealmente, date uno sguardo dalla finestra verso il verde. Anche esercizi brevi come ruotare gli occhi con le palpebre chiuse aiutano a distribuire uniformemente il liquido lacrimale.
 
Tenete presente che la visualizzazione dello schermo non è strettamente legata al lavoro d'ufficio. Anche lo schermo dello smartphone è uno schermo che spesso ci fa dimenticare di sbattere le palpebre. Quindi se si usa lo smartphone per molte ore al giorno, si dovrebbe occasionalmente pianificare un po' di relax per gli occhi.
 

7. Influenzare il liquido lacrimale con l'alimentazione


La scelta del cibo gioca un ruolo anche quando si tratta di salute degli occhi. Quindi si possono mangiare solo carote vecchio stile quando gli occhi sono asciutti? No, perché i caroteni nelle verdure arancioni sono in realtà abbastanza buoni per gli occhi, ma almeno altrettanto importanti sono gli acidi grassi omega-3 e omega-6. Contribuiscono al fatto che si formi lo strato grasso e rimanga intatto.
 
Il corpo non può produrre questi acidi grassi essenziali da solo. Pertanto, è importante includere alimenti come salmone, semi di lino e olio, formaggio, uova o capsule di olio di pesce. Inoltre, le vitamine A, B6 e B12, E e C sono buone per gli occhi e, oltre alle carote, possono esserlo anche peperoni, agrumi e molte verdure verdi in qualsiasi momento.
 
Con la giusta alimentazione e il rilassamento indotto consapevolmente per gli occhi e con una migliore circolazione del sangue, gli occhi asciutti possono essere ben contrastati. Anche come misure preventive valgono questi suggerimenti. Tuttavia, si dovrebbe assolutamente consultare un medico se i sintomi non diminuiscono o addirittura peggiorano: dopo tutto, la salute degli occhi è ancora una priorità!

 

 
Torna all'inizio
scrivici